Spaghetti alla bottarga

Molto prima dei programmi di chef stellati in tv, molto prima dei tanti talent di cucina è stato mio padre a insegnarmi che la pasta (alcuni tipi di pasta) va saltata in padella e mantecata con la sua acqua di cottura. Solo così si crea quella meravigliosa cremina che avvolge la pasta e la “condisce”. La pasta passa da essere “pasta scolata e condita” all’essere un piccolo gioiello culinario.E’ anche per questo che i tipi di pasta che prevedono pochi ingredienti hanno più insidie nella preparazione.

La bravura di un cuoco si potrebbe misurare da come prepara i piatti semplici come la pasta aglio, olio  e peperoncino”. Così, ragazza inesperta e buona forchetta, osservavo i gesti per evitare errori.

Oggi questa pasta semplice e veloce e uno dei miei confort food. Per prepararla basta il tempo di cottura degli spaghetti… per cui non ci sono proprio scuse! Gli spaghetti alla bottarga vanno mantecati e non scolati e mangiati!

Stampa

Spaghetti alla bottarga

Piatto Primo piatto
Cucina Italian
Preparazione 10 minuti
Porzioni 4 persone

Ingredienti

  • 360 g spaghetti (o linguine)
  • 30 g bottarga grattugiata
  • spicchio d'aglio
  • qb olio EVO
  • qb prezzemolo

Istruzioni

  1. Mettere a bollire l'acqua per gli spaghetti e appena raggiunge il bollore salarla e buttare la pasta. Nel frattempo che cuociono gli spaghetti, in un saltapasta capiente mettere a soffriggere l’aglio (sbucciato e schiacciato) con l’olio e un cucchiaino di bottarga. Far insaporire.

    A due minuti dalla fine della cottura mettere da parte un bicchiere di acqua di cottura e scolare la pasta (senza stare troppo attenti a farle perdere l’acqua residua). Versarla nella padella e farla saltare con circa mezzo bicchiere dell’acqua messa da parte. Ultimare la cottura stando attenti che la pasta non si asciughi troppo. Alla fine aggiungere la bottarga e il prezzemolo e finire di saltare.

    Gli spaghetti dovranno avere una consistenza cremosa e non dovranno risultare asciutti, nel caso in cui sia necessario aggiungere ulteriore acqua di cottura e continuare a saltare.

    Servire caldi.

Note

Per ottenere un gusto più particolare e deciso si può esaltare la bottarga con qualche goccia di succo di limone e un po’ di scorza grattugiata.

ALTRE RICETTE DA SLOWTHINKING

Busiate (pasta) senza glutine e senza uova

di Stefania Olivieri

Frittata dello Scammaro

di Rosaria Orrù

Spaghetti alla chitarra al nero di seppia

di Sandra Pilacchi


2 thoughts on “Spaghetti alla bottarga

  1. sandra Rispondi

    le cose semplici sono sempre le migliori!

  2. cardamomoeco Stefania Rispondi

    Io la amo!

Rispondi