Un semifreddo noccioloso

Le nocciole sono la mia passione, le metterei ovunque e mi piacciono davvero molto. Mi intrigano come forma sono cicciose e con la punta all’insù, piccole piccole nascondono un mondo di sapori. L’amore per questa frutta secca ha radici lontane, sono cresciuta in una terra (il centro Sardegna) che ha molto rispetto per le tradizioni e in particolare il mio piccolo paesino ha una tradizione molto lunga nella coltivazione e nella raccolta di questi pregiati frutti della terra, anche se purtroppo questo legame negli ultimi anni si è inesorabilmente indebolito. Anche la nostra pasticceria è molto legata alla frutta secca, infatti i dolci tradizionali sono molto semplici e fatti di materie prime povere, e hanno la caratteristica di durare nel tempo. A questo punto vi aspettate di vedere la ricetta di qualche dolce tipico sardo, invece no! (Arriveranno anche quelli!) Per ora vi presento un bel semifreddo alla nocciola.
Il dolce è composto da due ingredienti principali: una bavarese alla nocciola e dei biscotti al cioccolato sbriciolati. 
Oggi posto la ricetta della bavarese quella dei biscotti se riesco la pubblico nei prossimi giorni.
 

BAVARESE ALLA NOCCIOLA

250 mL di latte
70g di tuorli
60g di zucchero semolato
9g di gelatina in fogli
80g di pasta di nocciole 
250 mL di panna 
semini di mezza bacca di vaniglia

 
Scaldare il latte fino a bollore, e idratare la gelatina in acqua fredda. In una terrina amalgamare con un cucchiaio i tuorli, lo zucchero e i semini di vaniglia, cercando di incorporare meno aria possibile. In un pentolino versare a filo il latte sopra i tuorli e far cuocere a fuoco lento sino alla temperatura di 82°C, quindi unire la gelatina e la pasta di nocciole. Lasciare raffreddare sino a circa 35°C e incorporare la panna montata . versare negli stampi o nelle forme scelte e far riposare in frigo per almeno 3/4 h.


Su questa ricetta devo fare alcune considerazioni:

  • secondo me c’è troppa panna che copre tutti gli altri sapori, la rifarò provando ad aggiungere più pasta di nocciole, poi ovviamente il gusto è personale, ma credo che una bavarese alla nocciola debba sapere di nocciole;
  • manca qualcosa, quando ho mangiato il dolce ho pensato “Si buono, ma manca qualcosa” non so ancora cosa ma si ha la sensazione che manchi un sapore, la prossima volta che la faccio nella crema aggiungo o del caffè o un pizzico di limone. (Se qualcuno legge il post e ha delle idee sono ben accette!);
  • la base di crema inglese è molto delicata se non si ha un termometro si può capire quando è pronta utilizzando un mestolo in legno per mescolare appena la crema vela il cucchiaio (cioè sulla superficie rimane un sottile strato di crema) ha raggiunto la temperatura ottimale e va tolta dalla fiamma. Ma cosa  succede se si super la temperatura? Quando la crema inglese supera la temperatura di 85°C alcune proteine del tuorlo si modificano irrimediabilmente (si denaturano) e questo fa si che la crema si stracci, si formano cioè piccoli grumi di tuorlo e la preparazione è compromessa.

2 thoughts on “Un semifreddo noccioloso

  1. Valentina Rispondi

    ….mamma che buono….
    mi viene la bavetta alla bocca 🙂
    brava!
    …ho iniziato a seguirti… mi piace il tuo blog e mi piace quello che cucini!
    ciao e a presto!
    Vale.

  2. Martina Rispondi

    Grazie mille!!! Spero che passerai presto a trovarmi!!!
    A presto
    Martina

Rispondi