Fregola con vongole e bottarga al profumo di limone

Se dico GIALLO penso limone.

Sino a qualche hanno fa lo odiavo come colore, sui vestiti era un tabù troppo “sprammato “(ndr. termine sardo che indica un colore molto acceso). Ora lo adoro. Strana la vita.

In cucina con i limoni è sempre stato amore (e lo è tuttora), avete presente quanto è buona una bella crema pasticcera al limone?!

Ero convinta che sarebbe stato un dolce. Ne ero certa.

Poi la svolta. Una voglia indescrivibile di fregola alle vongole.

Un sacrilegio mi passa per la testa… la faccio bianca vongole e bottarga con un bel profumo di limone!

Ci penso un po’… beh potrei partecipare al contest di Teresa…

La meravigliosa iniziativa che darà al vincitore la possibilità di visitare un luogo dove nascono i limoni italiani più famosi nel mondo…

lemon_banner

Quindi sono felice di annunciare che con questa ricetta partecipo al concorso organizzato da amalfilemonexperience.it/ e da Scatti Golosi.

Le foto non sono all’altezza di quelle del post di Teresa, perdonatemi prima o poi comprerò una reflex.

IMG_20160727_1

FREGOLA CON VONGOLE E BOTTARGA AL PROFUMO DI LIMONE

300 gr di fregola (granulometria media)
1 kg di vongole
40 g di bottarga
30 mL di succo di limone
1 spicchio di aglio
1 ciuffo di prezzemolo
una tazzina di vino bianco
scorza di limone grattugiata (circa quella di un quarto di limone)
olio EVO q.b.
sale e pepe q.b.
IMG_20160728_2
Pulite le vongole lasciandole a bagno in acqua fredda, scolatele.
In una padella antiaderente munita di coperchio versare un filo d’olio unire le vongole e, una volta a temperatura sfumare con il vino. Coprire.
In questo modo il calore le farà aprire, tuttavia si deve avere l’accortezza di spegnere il fuoco appena il processo di apertura è completo per non compromettere la tenerezza del frutto di mare. Scolate le vongole e conservate il liquido di cottura.
Potete sgusciarne alcune.
IMG_20160728_1
In una casseruola, con abbondante acqua salata, cuocere la fregola come una normale pasta.
In una padella ampia versate il succo di limone, l’acqua di cottura delle vongole, la bottarga (grattugiata) e la fregola (ben scolata) fate saltare, aggiustate di sale e pepate. Quindi unite le vongole e completate il piatto con una spolverata di prezzemolo tritato e la scorza di limone.
A me è venuta la fantasia di servirla “al bicchiere”, ma anche al piatto è buonissima!
IMG_20160728_4

Rispondi