Una padellata di cavoli miei…i cavoletti di Bruxelles!

 

“Chi si fa i cavoli suoi campa cent’anni…”!

Quante volte abbiamo sentito ripetere questa frase fatta?!

E, se avesse un fondo di verità?!

E, quante volte al supermercato siamo passati dritti davanti al reparto Cavoli&Co.?!

Perché nella nostra mente sono alimenti salutari, ma poco gustosi.

I cavoletti di Bruxelles nell’immaginario comune sono un alimento bistrattato e odiato, sinonimo di costrizione causa dieta e di bambini schifati e in protesta.

Così facendo tutte le proprietà benefiche che questi alimenti hanno vengono gettate nel dimenticatoio, ma se vi dicessi che con un pizzico di fantasia e immaginazione si possono trasformare i cavoletti in contorni irresistibili?!

Allora magari campiamo tutti cent’anni…

Ho già fatto questo esperimento con parenti, amici e colleghi e vi assicuro che è perfettamente riuscito!

img_20161019_2

CAVOLETTI DI BRUXELLES IN AGRODOLCE E NOCI

200g di cavoletti di Bruxelles
50 g di noci sgusciate
2 cucchiai di olio EVO
4 cucchiai di aceto balsamico
1 cucchiaino di miele
mezzo bicchiere di brodo vegetale
sale
pepe
Pulire e lavare i cavoletti e rosolarli in padella insieme all’olio. Aggiungere il brodo e coprire con un coperchio. Stufare senza mai far asciugare sino a cottura (sono cotti quando non si ha difficoltà a infilzarli con una forchetta), saranno necessari circa 20-25 minuti. A questo punto aggiustare di sale e aggiungere il pepe, sfumare con l’aceto. Aggiungere il miele e le noci, spadellare per qualche minuto, sino a che il liquido non formerà una riduzione abbastanza densa (velerà la superficie dei cavoletti).
Mangiare caldi.
A gusto personale è possibile accompagnare la preparazione con dei petali di formaggio molle e saporito come ad esempio il gorgonzola.
img_20161019_7

 


Rispondi