Flan di latte

 
Questo post è dedicato a due sorelle sarde nel cuore e nell’anima!!! Che mi hanno accolto molto calorosamente in una città nuova! Regalo virtualmente a Violet questa ricetta!!! Ora potrai gustarti un buon Flan di latte ogni volta che vorrai!
Ma chi sono queste sorelle?? Come possiamo descriverle?
 
Le sorelle Red&Violet sono le sorelle più stronze del web!! (No tranquilli non mi odieranno per la definizione!!) E a chi dice che le donne non capiscono di calcio consiglio di leggere uno dei loro stiletti sportivi su la La Rassegna Stronza. Sono travolgenti, uniche e super simpatiche!! E per loro quale dolce migliore del sardissimo Flan di latte! Simile al crème caramel è la coccola che tutte le nonne sarde fanno a figli e nipoti. La ricetta originale prevede il latte intero e soli tuorli, in questa ho usato un latte alta digeribilità e uova intere!
 
 
 
FLAN DI LATTE
 
500 mL di latte
7 cucchiai colmi di zucchero
3 uova
5 cucchiai di caffè
scorza di mezzo limone
caramello
 
Foderare lo stampo con il caramello. Mettere a bollire il latte con tre cucchiai di zucchero e le scorze di limone. Aggiungere il caffè e lasciar riposare per circa 15′ per far amalgamare i sapori. In una terrina sbattere le uova con il resto dello zucchero, aggiungerci a filo il latte e mescolare. Filtrare e versare nello stampo. Cuocere in forno a bagnomaria per circa un’ora a 140°C, i tempi di cottura variano con le dimensioni dello stampo, in ogni caso il flan è pronto quando infilzandolo con la lama di un coltello quest’ultimo esce pulito. Far raffreddare nell’acqua di cottura, poi riporre in frigo per qualche ora.

 


10 thoughts on “Flan di latte

  1. ileana conti Rispondi

    Quanti ricordi!!
    Grazie per avermi fatto rivivere un ricordo di dolcezza o un dolcissimo ricordo..

  2. Martina Rispondi

    E' il dolce di tutti i bambini sardi…!!! Un abbraccio…

  3. moscom Rispondi

    Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

  4. Martina Rispondi

    Ho per sbaglio eliminato il tuo commento! Il mio indirizzo mail è martinasulis@gmail.com Scusa ancora…
    Martina

  5. moscom Rispondi

    Figurati… meglio così e puoi cancellare anche la tua risposta se non desideri rendere pubblica la tua mail. L'ho trascritta e presto ti contatterò.

    Grazie

  6. Martina Rispondi

    Figurati, non è un problema…ora mi hai reso curiosa!!! Attendo con ansia tue notizie!!!

  7. Gemma B Rispondi

    ho scoperto il tuo “quadernino rosso” per caso e già da questa prima ricetta ho deciso di non perderlo più di vista!
    sei bravissima!
    mi sono iscritta, se ti va passa a vedere cosa combina un'archeologa in cucina 😉
    http://ildiariodellamiacucina.blogspot.it/

  8. Jeasmine Incoglia Rispondi

    devo provarlo assolutamente, credo sia adatto anche a mio figlio! se ti va passa a trovarmi, da poco posto ricette di cucina e se ti va possiamo seguirci tacco 12 in cucina
    a presto jeasmine

  9. Martina Rispondi

    A me lo preparava mia nonna da piccina e ne andavo matta!! Fammi sapere come viene!!!
    A presto!!!

  10. Martina Rispondi

    Grazie mille e benvenuta!!!
    Un bacione!!!

Rispondi