La pazienza… girelle con crema pasticcera e gocce di cioccolato.

Pazienza, dal latino volgare patire, oggi è intesa la facoltà umana di rimandare la propria reazione alle avversità, mantenendo nei confronti dello stimolo un atteggiamento neutro.

Saper gestire l’attesa, avere pazienza, attendere con calma un risultato.

I lievitati sono i dolci della pazienza.

Da quando si inizia a impastare a quando si ottiene il risultato ci vogliono impasti e lievitazioni con lunghi tempi.

Per i lievitati ci vuole pazienza e amore.

Per inaugurare la nuova planetaria giunta in casa Sulis come regalo di compleanno ho scelto la via della certezza: le girelle con la crema di Paoletta.

Una cosa semplice… per iniziare!

Io ovviamente ci ho messo le gocce di cioccolato, che l’uvetta a casa mia non sta molto simpatica!

girelle-crema-pasticcera-gocce-cioccolato3

GIRELLE CREMA PASTICCERA E GOCCE DI CIOCCOLATO

Per l’impasto:

250 g farina manitoba
250 g farina 00
75 g zucchero
5 g sale
75 g di burro
10 g di lievito di birra
170 ml di acqua
170 ml di latte
scorza di arancia
1 tuorlo d’uovo
1 cucchiaino di miele

Per la crema:

5 tuorli
500 ml di latte intero
45 g di amido di mais
150 g di zucchero semolato
scorza di limone

 

Per la lucidatura:

1 albume
3 cucchiai d’acqua
2 cucchiai di zucchero

Gocce di cioccolato

Per prima cosa preparare la crema pasticcera. Far bollire il latte con la scorza di limone. In una terrina sbattere i tuorli con lo zucchero sino ad ottenere una montata chiara ed omogenea, aggiungere l’amido. Versare (colando le scorze) il latte bollente sulla montata, trasferire nuovamente sul fuoco e completare la cottura. Freddare velocemente versando in una terrina di ceramica.

Per la preparazione dell’impasto alla sera fare un poolish con l’acqua, il lievito, il miele e 150 gr di farina presi dal totale. Lasciare che l’impasto raddoppi, ci vorrà circa 1 ora.

Impastare quindi con il resto degli ingredienti (il burro o lo strutto in ultimo) e lasciar puntare l’impasto per 40′ in luogo tiepido. Se ce ne fosse bisogno, si può aggiungere all’impasto 2 o 3 cucchiai di farina, ma non di più. Se si usa la manitoba giusta, questa assorbirà bene tutti i liquidi.

Dopodiché porre in un contenitore, coprire con pellicola e mettere in frigo fino al mattino successivo.

Al mattino tirare fuori l’impasto, attendere circa 30′, poi fare le pieghe del primo tipo, come indicato qui

Coprire con un panno bagnato e lasciar riposare 1 ora.

Quindi stendere la pasta col matterello riducendola ad uno spessore di circa mezzo cm. Dopo averla stesa si versa su tutta la superficie un velo di crema pasticcera, e sopra di essa si spargono le gocce di cioccolato, precedentemente raffreddate in freezer.

girelle-crema-pasticcera-gocce-cioccolato4

Piegare la sfoglia fino in fondo come si fa per fare le tagliatelle; tagliare poi le girelle larghe circa 1,5/2 cm.

Allineare distanziati i dolci così ottenuti sulla placca da forno, pennellarli con l’albume sbattuto e lasciarli lievitare per 1 oretta.

Cuocere in forno a 180° finché non saranno perfettamente dorate.

Per dare lucido alle girelle, si prepara in un pentolino uno sciroppo composto di acqua e zucchero, e, dopo averlo fatto bollire per qualche minuto le si spennellano appena sfornate.

girelle-crema-pasticcera-gocce-cioccolato2


Rispondi